Cerca

Fine del mercato tutelato: perché conviene scegliere un nuovo operatore per tempo

Ci siamo quasi: pare che a luglio 2020 sarà decretata definitivamente l’abolizione ufficiale del mercato tutelato dell’energia e, di conseguenza, il passaggio completo al mercato libero.

Tale scenario porta con sé parecchie domande, alcune ancora senza una risposta precisa.

Quali sono le differenze tra mercato tutelato e libero?

Cosa succede ai clienti che non scelgono un operatore prima di luglio del prossimo anno?

Quali sono i costi del cambio di fornitore?

Cerchiamo rispondere nella maniera più chiara possibile.

Mercato tutelato vs mercato libero

Il mercato tutelato è regolato dall’Autorità di regolazione per Energia, Reti e Ambiente (ARERA), l’organo che ha il compito di salvaguardare i consumatori e di stimolare la concorrenza e l’efficienza nel campo dell’energia elettrica e del gas. In termini pratici, l’ARERA si occupa di stabilire i prezzi delle materie prime su base trimestrale, in base all’attuale andamento dei mercati. In questo contesto, il cliente non ha dunque la possibilità di scegliere la tariffa più conveniente fra quelle disposte dai vari fornitori e deve sottostare ai prezzi sull’energia stabilita dall’ARERA.

Di contro, il mercato libero si pone proprio l’obiettivo di dare ai consumatori la libertà di scegliere autonomamente il fornitore, ragionando sulla convenienza di tariffe e offerte. La differenza principale fra i due mercati riguarda quindi il costo delle materie prime, visto che i prezzi di trasporto e distribuzione sono i medesimi per ogni fornitore. Dall’anno prossimo, però, il mercato libero prenderà il sopravvento in maniera definitiva.

Come comportarsi?

Con l’epilogo del mercato tutelato, molti utenti si stanno chiedendo cosa succederà a chi non deciderà di entrare nel mercato libero prima dell’anno prossimo. Purtroppo, non c’è ancora chiarezza al riguardo: ogni cliente dovrebbe scegliere il suo nuovo gestore tra gli operatori del mercato libero, e il destino di chi non effettuerà questa scelta prima del termine è tuttora incerto. In ogni caso, agire preventivamente, scegliendo il fornitore per tempo, rappresenta con molta probabilità la scelta migliore in quanto, così facendo, non solo si eviteranno sorprese, ma potrebbe risultare molto conveniente in termini di risparmio economico.

Non hai ancora scelto il tuo nuovo gestore?

4G Energia potrebbe essere una valida alternativa: sia per le utenze luce che per quelle gas, potrai usufruire di un servizio flessibile, economicamente vantaggioso e con una consulenza costante.

Aderire al mercato libero non ti costringe a mantenere lo stesso fornitore di cui disponi attualmente e, soprattutto, il passaggio al nuovo fornitore non ha costi aggiuntivi. Con 4G Energia potrai scegliere il più conveniente il più conveniente tra diversi piani su misura ideati per le esigenze di ogni cliente. Un consulente specializzato ti guiderà nel passaggio, indicandoti il piano più conveniente per risparmiare tra quelli a disposizione.

Avrai inoltre accesso all’area clienti online che ti permetterà di comunicare la lettura dei contatori, consultare le tue fatture, inviare e monitorare segnalazioni e molto altro ancora direttamente dai tuoi dispositivi.

Qualora tu voglia scegliere 4G Energia come nuovo operatore per le tue utenze, ci occuperemo noi di inviare la comunicazione al tuo vecchio fornitore e il passaggio avverrà in maniera veloce e naturale, senza alcuna interruzione di luce e gas.

Agisci prima che sia tardi: telefonaci allo 0828 1997663 per parlare con un nostro consulente e ottenere tutte le informazioni che ti servono.

Informarsi è gratis, e può farti risparmiare sulle prossime bollette.

slashto-vertucci

Presidente Consiglio di Amministrazione 4G Energia

Condividi questo articolo

Cerca